CARNEVALL


Il CarnevALL, la gran parata di carnevale, la festa di tutte e di tutti coloro che condividono la città, si avvicina a velocità supersonica!

La sfilata di artefatti e maschere è prevista per SABATO 25 FEBBRAIO 2017!

Lo spirito del carnevale sociale e festivo è quello di celebrare assieme il piacere di vivere e immaginare la stessa città, portando a sfilare per strada il frutto delle proprie passioni, abilità, desideri e saperi condivisi con gli altri.

Solo lo scambio solidale crea il sentimento di appartenenza che ci rende felici passeggiare nelle stesse strade!

Il CarnevALL invita a costruire maschere, carri e artefatti nei giorni precedenti la sfilata attivando laboratori e incontri, usando le mani e il tempo in vista di una festa comune a cui recarsi come a un appuntamento di gala.

Aprire i propri spazi e sedi, condividere le proprie abilità è CarnevALL: molti laboratori sono pubblici e se ne dà notizia, molti altri sono “tradizionali” e riservati: ma tutti, individui, associazioni, gruppi, luoghi o realtà, si lavora per incontrare gli altri con un’opera che dica il meglio si sé!

Il CarnevALL ha lo spirito un po’ dissacrante, buffonesco e rivoltoso del carnevale di strada: lancia un tema, uno sfondo condiviso e chiede a ciascuno di interpretarlo pensando alla dimensione collettiva dell’abitare, andando a fondo di scandali e bellezze con uguale estro nell’immaginare maschere pupazzi o carri.

Si preferiscono materiali di riciclo e artefatti ecocompatibili: la paratona festiva è ecologica come la convivenza pacifica pretende! Niente benzina e molte bicilette!

Il tema di quest’anno è coraggioso, è contro la paura, è:

IL FUTURO A PAVIA.

Laggiù, nel futuro, ci si mette quello che più si vuole, che più si teme o forse solo quello che davvero - senza saperlo - già si è.

Ma laggiù è anche il luogo delle possibilità,

le più inaudite e rosee che - solo a dipingerle - sono già qua. Noi possiamo più di quello che crediamo,

oltre i soldi, oltre i timori, oltre il fanta e oltre la scienza

solo con un azzardo della coscienza.

Immaginiamo la nostra città, vedremo più lontano.

Il futuro come il passato che non passa e ripropone il senso: ciò che è stato un bene non svanisce ma insegna di nuovo come far funzionare le cose, ciò che ha subito ingiustizia torna per esser celebrato, ciò che è stato ingiusto torna per essere biasimato.

Il futuro ha il senso e la direzione che possiamo e vogliamo dare a noi.

Diamo vita a una grande paratona gioiosa perché questo tempo che ci trascina può avere il nostro suono e il nostro colore!


Download allegati

Nessun allegato disponibile per l'evento


Condividi questo evento: