NADRO 1616

RIEVOCAZIONE STORICA E MERCATINI NELLE CONTRADE

Quando e dove
  • Da Sabato 19 a Domenica 20 Novembre 2016
  • Ceto (BS) - fraz. Nadro
Riferimenti e contatti

Download allegati

programma


Sabato 19 e domenica 20 novembre 2016 la Terra di Nadro farà un balzo nel passato di 400 anni, fino all'anno 1616, rivivendo un particolare periodo storico nel quale l'odierna Lombardia era per metà territorio della Repubblica di Venezia.

La rievocazione Seicentesca, unica nel suo genere nelle Alpi centrali, è nata nel 2011 per ricordare i quattrocento anni dall'erezione del campanile datato appunto 1611, e si è affermata fino ad arrivare quest’anno alla sua sesta edizione.

Fulcro dello spettacolo sarà, domenica 20, la convocazione della vicinia, l'antico organismo pre comunale che rappresentava i capifuoco (capifamiglia) delle famiglie originarie di una un paese (i vicini). L’assemblea dei vicini aveva funzioni politiche ed amministrative simili ai comuni odierni, ma ad essa non potevano partecipare i forestieri, gli abitanti immigrati da altre comunità, benché da lunghissimo tempo residenti. La qualifica di originari, infatti, non si poteva ottenere con il solo abitare in un paese: tale motivazione causò numerosi attriti tra le due fazioni che proseguirono per secoli fino al termine dell’antico regime.

La rievocazione Nadro 1616 prevederà la congregazione della vicinia di Nadro, con la distribuzione del sale e del pane alle famiglie originarie secondo l’antica usanza della “dada”, dalla quale le famiglie forestiere erano escluse. Successivamente sarà ricordato un fatto che caratterizzò la Valle Camonica proprio quell’anno: l’apparizione della Madonna alla comunità di Berzo Inferiore.

Le giornate di festa prenderanno il via sabato 19 novembre, con l’inaugurazione della manifestazione alla presenza delle autorità e la successiva scenografica battaglia in armi bianche e moschetti inscenata dal Gruppo Storico Città di Palmanova, che da cinque anni collabora con l’associazione Pro Nadro per l’organizzazione della rievocazione. Novità di quest’anno sarà la sfida tra le antiche contrade del paese con giochi di squadra in abiti seicenteschi.

Il tutto si svolgerà nel caratteristico contesto del borgo alpino di Nadro, ai piedi della torre medievale e nei dintorni del campanile pendente, dove le numerose cantine saranno aperte per ospitare gli oltre cinquanta espositori nel primo mercatino che anticipa le numerose manifestazioni della stagione natalizia della Valle Camonica.

Spazio in tavola per i piatti tipici locali: i Casonséi de Nàder, la variante locale dei casoncelli camuni, le bavette della vicinia e la trippa degli originari. Il tutto servito nelle caratteristiche case del centro storico allietato da musiche e canti corali.


Download allegati

programma


Condividi questo evento: