DIALOGO DI PACE TRA I POPOLI

ED. 2014

Quando e dove
  • Da Domenica 17 a Giovedì 21 Agosto 2014
  • Bisceglie (BT)
Riferimenti e contatti

Download allegati

programma


“La pace non è un sogno: può diventare realtà, ma per custodirla bisogna esser capaci di sognare”. Abbracciando l’assunto di un grande uomo come Nelson Mandela, premio Nobel per la pace, riusciamo a comprendere la valenza di “Dialogo di Pace tra i Popoli”, la manifestazione che animerà la città di Bisceglie, all’interno del programma dell’estate Biscegliese, Biscegliefestiva, da domenica 17 a giovedì 21 agosto.

Racchiusa nel più ampio e riconosciuto progetto umano e culturale denominato “Festival dei Popoli Mediterranei”, da tempo contenitore di idee e contaminazioni artistiche, nonchè confronto fra culture diverse, la rassegna “Dialogo di pace tra i popoli”, edizione 2014, con il patrocinio del comune di Bisceglie, si propone di diffondere gli ideali della Pace e della Solidarietà tra i Popoli, attraverso lo straordinario veicolo della Cultura e della Conoscenza, al fine di realizzare un ponte ideale che unisca l’Europa, e quindi l’Italia, al Mondo Arabo, specie in questo delicato momento storico internazionale.

La manifestazione, la cui direzione artistica è di Floriana Savino, vedrà la presenza istituzionale e culturale di varie nazioni del Mondo Arabo e si avvale della prestigiosa collaborazione dei Ministeri della cultura dei Paesi ospiti.

Già il nome della rassegna “Dialogo di Pace tra i Popoli” dichiara l’idea che sottende al progetto: popoli diversi rappresentati da artisti di vari Paesi orientali e del Mediterraneo che si incontrano per raccontare, trasmettere e creare scambi umani e culturali, a cui è data la possibilità di esprimersi al di sopra di ogni differenza ideologica, politica, di razza, di credo, in favore della pace. Un percorso per approfondire la conoscenza di storia, costumi e cultura dei popoli mediterranei e Islamici al fine di valorizzare e promuovere il territorio arabo, consentire un punto d’incontro con le loro tradizioni, edificare un ponte con la loro cultura e consolidare relazioni con la Città di Bisceglie, con la consapevolezza che solo attraverso la conoscenza e il rispetto di culture altre si possa davvero costruire il concetto di pace. Una kermesse che guarda verso altri lidi con danze arabe e poeti provenienti da Arabia Saudita, Kuwait, Oman, Giordania, Serbia, Italia, spettacoli teatrali e performance di musica e danze del Qatar, del Kuwait, dell’Arabia Saudita, Libia, Algeria, del Regno del Bahrain, Emirati Arabi e Oman.

Manifestazione che sancisce e consolida i rapporti della città di Bisceglie con il Mondo arabo e in particolare quelli di grande collaborazione istituzionale con il Kuwait, già forti tanto che l’amministrazione biscegliese ha intitolato una via a Kuwait city nella città delle ciliegie.

Diverse le location della ricca rassegna, dal teatro del Mediterraneo al centro storico di Bisceglie.

In un’ottica propositiva alla costruzione della pace, la manifestazione metterà al centro del delicato scenario internazionale la città di Bisceglie che all’interno del suo territorio vanta già un simbolo forte, il Dolmen della Chianca, riconosciuto dall’UNESCO nel 2011 quale "Patrimonio testimone di una cultura di pace per l'umanità".

DIALOGO DI PACE TRA I POPOLI, il programma.

Apre in grande spolvero domenica 17 agosto, dopo un importante FORUM internazionale con i saluti del sindaco della città di Bisceglie, Francesco Spina, alle autorità straniere presenti, il musicista ENZO AVITABILE, introdotto dalle Danze dal mondo arabo e berbero, danze orientali, kabyle, allaoui.

Enzo Avitabile in concerto con il tour per Black Tarantella, il suo ultimo lavoro discografico, rappresenta appieno la fusione di culture diverse, senza rinunciare alle proprie origini. Nel meraviglioso scenario del Teatro del Mediterraneo che traguarda il mare che già lambisce culture e popoli diversi, Enzo Avitabile ci regalerà una grande serata di World Music.

Black Tarantella è il diciottesimo album del grande artista e virtuoso sassofonista Enzo Avitabile. Vede la collaborazione di mostri sacri della musica tra i quali Pino Daniele, Raiz, Francesco Guccini, Daby Touré, Idir, Bob Geldof, Co’Sang, Franco Battiato, David Crosby, Mauro Pagani, Solea ed Enrique Morente. L'album ha vinto il Premio Tenco 2012 nella categoria “Album in dialetto”.

Una napoletanità senza stereotipi, una fusione di ritmi africani, soul e rap, realizzano, nonostante le contaminazioni, un sound preciso e riconoscibile, un’amalgama di tutti i membri di una sola band con voci, suoni e timbri di provenienza geografica e musicale differenti.

Enzo Avitabile è l’emblema di una ricerca costante dei suoni dal mondo, partendo da Napoli e dalla sua lingua, città sospesa tra tradizione e modernità, pronta ad accogliere voci di popoli, suoni della terra e musiche antiche. Avitabile in questo è maestro: la sua musica ha attraversato tutti i generi, dal classico virando verso il blues, il soul e il folk, dal ritmo afro-americano sino al jazz e al canto sacro. Ha suonato con i più grandi esponenti della black music: ancora oggi è, con Pavarotti, l’unico italiano ad aver duettato dal vivo col leggendario James Brown. Nel 2012 il regista premio oscar Jonathan Demme gli ha dedicato un docu-film, presentato alla Mostra del cinema di Venezia, “Enzo Avitabile music life”, alla originale ricerca dell’artista partenopeo.

Presenta la kermesse Dialogo di pace tra i popoli Tommaso Amato.

La serata d’apertura di domenica 17 agosto sarà condotta in tandem con Annamaria Natalicchio.

Tutta la città di Bisceglie sarà animata dalla manifestazione. Oltre al fitto programma che si dipanerà da domenica 17 al 21 agosto (in allegato), infatti, nei giorni del festival si terranno parate di strada dei gruppi folkloristici in Piazza Vittorio Emanuele e per le vie del centro storico.

Presso il Chiostro S. Croce si terranno il workshop di teatro, curato dall’attore e regista teatrale kuwaitiano ABDULAZIZ AL HADDAD, e quello di cinematografia con proiezioni di cortometraggi a cura del KUWAIT CINEMA CLUB, diretto da HUSSEIN AL KHAWALED; di MEDIA PRODUCTION POINT OF VIEW, diretto da HAMMAD AL ZOUBI (regista e produttore) e IBTISAM MANASIR (Giordania); del regista dell’Oman AL RUZAIQI ANWAR e di YOUSSEF MERCHID DANDACHE, direttore Festival del cinema di Beirut (Libano).

La rassegna sarà interamente ripresa e giornalisticamente curata dall’agenzia stampa araba diretta da HANAA HAJJ (Libano) e da POINT OF VIEW MEDIA PRODUCTION, e sarà diffusa su varie testate giornalistiche, radio, web e su canali satellitari dell’intero territorio arabo.

Il programma potrebbe subire variazioni (eventuali spostamenti e/o sostituzioni in caso di défaillance saranno comunicate per tempo).

Programmi e orari dei singoli eventi su www.comune.bisceglie.bt.it


Download allegati

programma


Condividi questo evento: