ISOLE CHE PARLANO

Quando e dove
  • Lunedì 29 Agosto 2016
  • Da Lunedì 5 a Domenica 11 Settembre 2016
  • Palau (OT)
Riferimenti e contatti

Per 20 anni abbiamo camminato contromano, un po’ in salita, a piedi scalzi, con coerenza e poesia tra le linee…tratteggiate. Per 20 anni abbiamo vestito dei colori sgargianti della nostra terra per ospitare, nel migliore dei modi, artisti da tutto il mondo con grande rispetto e curiosità....

In un momento contrassegnato da insicurezza e instabilità per chi produce cultura, il festival Isole che Parlano compie vent'anni rinnovando la sfida con una proposta di taglio internazionale farcita di prime assolute, in cui laboratori per bambini e adolescenti, fotografia di reportage, lezioni-incontri e concerti convivono uniti da un unico respiro, unite dal binomio tradizione/innovazione.

La manifestazione ideata da Paolo e Nanni Angeli, organizzata dall'associazione Sarditudine a Palau dal 5 all'11 settembre, con un anteprima il 29 agosto, coniuga in modo armonioso cultura, natura, archeologia e turismo e traccia un ponte ideale tra la Sardegna e il mondo.

Dopo il prologo a misura di bambini e ragazzi - con laboratori condotti da Vincenzo Beschi, Irene Tedeschi, Massimo Golfieri, Jacopo Tartari, Monica Viglioli, ideati e coordinati da Alessandra Angeli, che tratteranno di scultura colare e musicale, tecniche di stampa e sviluppo fotografico, letture condivise e sperimentazione con smartphone e tablet - per la sezione fotografia verrà ospitato l'importante reportage Lesvos di Alessandro Penso - uno dei fotografi italiani più importanti in ambito internazionale, tra i vincitori del word press photos 2014 e della Photo Story del Times 2016 - che racconta “dall’avamposto” greco il dramma della migrazione verso i paesi europei.

Tra gli ospiti della sezione musica Paolo Fresu, impegnato nella sonorizzazione del faro di Punta Palau, illuminato dal light designer Francesco Carta, il quartetto di Zoe Pia, che propone un avvincente connubio tra musica sarda e jazz; United Vibrations (Uk), band che fonde afrobeat, hip-hop e un afrofuturismo ispirato a Sun Ra; Mopo (Fin), trio che esplora i confini tra il punk e il jazz, il duo ochestra OoopopoiooO (Ita), in cui emergono canzoni composte e interpretate da due polistrumentisti legati indissolubilmente al theremin; Torgeir Vassvik (Nor), musicista che rivisita in chiave contemporanea la tradizione Sámi. Imperdibile “Di Granito” processione profana ai piedi della Roccia dell’Orso - patrocinata dalla Commissione Nazionale Italiana dell’Unesco e dedicata a Mario Cervo e Pietro Sassu - in cui si alterneranno il Tenore “Terra 'e Oro” di Orotelli e il Tenore “Sa Niera” di Pattada (Sardegna).

Il festival chiuderà con un evento straordinario: il concerto sull'Isola di Spargi, cala Corsara, del duo Xala- Losinger & Eser (Ch). Tante le attività serali a misura di bambino, tra cui la proiezione del film la vita negli Oceani e la lettura presentazione in anteprima nazionale dei tre volumi di Bohem Press Italia, Il volo della famiglia Knitter, Amici e Il cappello di Topolina (a cura di Monica Vignoli) e la gioiosa animazione della band itinerante La Zaquera Matta.


Download allegati

Nessun allegato disponibile per l'evento


Condividi questo evento: