BICICLETTE RITROVATE

X EDIZIONE

Quando e dove
  • Da Mercoledì 13 a Giovedì 14 Aprile 2016
  • Milano (MI) - cortili di Corso Garibaldi 71

La bicicletta ha segnato e continua a segnare tanto la vita privata delle persone quanto la storia del popolo italiano, dall’immaginario collettivo fino al più intimo dei ricordi personali.

Da 10 edizioni Biciclette Ritrovate ripercorre questo intreccio che unisce la precisione della meccanica, la creatività del design, l’emozione della memoria e il fascino della storia. Per celebrare la grande bellezza della bici, estetica e simbolica. Per ricordarci da dove veniamo e per pensare a un domani più a misura di uomo.

La bici è il futuro, oltre che pietra angolare dei nostri ricordi di un’Italia passata. Per celebrarla Rossignoli rinnova la manifestazione Biciclette Ritrovate, l’appuntamento del Fuorisalone dedicato agli amanti delle bici e del design. A Biciclette Ritrovate si possono vedere da vicino le bici più belle del mondo, dai bicicli storici dell’Ottocento alle bici dei lavori (il gelataio, l’arrotino, il pompiere…) fino alle bici da corsa degli eroi Alfredo Binda, Fausto Coppi, Gino Bartali, Ercole Baldini. Ma ancora: bici giganti e a due piani, bici pieghevoli, bici cargo, bici dispensatrici di birra, bici da pista a scatto fisso, bici con una, due o tre ruote, di legno e di ghisa, titanio e acciaio. E oltre alle bici ci sono foto, musica, quadri, filmati, cimeli e giochi.

L’INGRESSO È LIBERO

Appuntamenti:

  • Mostra di bici storiche e fotografie dedicata a Legnano, storico produttore italiano: per l’occasione ci sarà la presentazione del libro “Legnano, storia di biciclette e campioni” di Marco Pastonesi e Claudio Gregori, edito da Ediciclo: giovedì 14 aprile alle 18,30.
  • Celebrazione con foto e cimeli del Giro d’Italia del 1946, famoso come il “Giro della rinascita” dopo le miserie della guerra: in quell’edizione mitica, di cui ricorrono i 70 anni, esplose la rivalità tra Coppi e Bartali; ci fu una tappa memorabile a Trieste con agguato ai ciclisti (la città era in mano alleata dopo la sconfitta della guerra); lo sport unì una popolazione povera, divisa e con una gran voglia di futuro. Mercoledì e giovedì dalle 12 alle 24.
  • Mostra fotografica “Fatto a mano” dedicata al fascino e alla fatica del mestiere della bicicletta, dalla costruzione alla riparazione, fino alla vendita. Le mani sporche e precise dei meccanici e quelle pulite dei contabili. Mercoledì e giovedì dalle 12 alle 24.

Download allegati

Nessun allegato disponibile per l'evento


Condividi questo evento: