IL CIMITERO DI POGGIOREALE

MUSEO A CIELO APERTO

Quando e dove
  • Domenica 8 Giugno 2014
  • Dalle 10:30 alle 12:30
  • Napoli (NA)
Riferimenti e contatti

Un cimitero monumentale, dove arte e storia si fondono sotto il cielo di Napoli, ha davvero poco di macabro e molto da offrire in fatto di emozioni, fantasia ed amore per i mondi nascosti. Perché il cimitero di Poggioreale nasconde in sé tanti piccoli mondi nascosti, fatti di personaggi con le loro vicende e di esempi affascinanti di architettura, a volte popolare, a volte più ricercata.

"IL CIMITERO DI POGGIOREALE: MUSEO A CIELO APERTO", ovvero un balzo nella storia cittadina per riscoprire un mondo popolato di statue e lapidi, troppo a lungo considerato soltanto come luogo di dolore e di rimpianto.

Volti di marmo, tratti addolciti da un velo di polvere secolare.

Angeli eterni custodi di anime senza corpo.

Merletti di pizzo scolpiti su pietra, mani congiunte in preghiera.

Lungi dall'essere un luogo cupo e macabro, il Cimitero Monumentale di Poggioreale ha tanto fascino da offrire a coloro che avranno la curiosità di visitarlo per ammirare una tale ricchezza di statue, storie e aneddoti curiosi da suscitare meraviglia.

Imponenti mausolei, monumenti consumati dal tempo, cappelle private e tombe intrise di storia si susseguono attraverso un percorso narrato, lasciando al visitatore una sensazione di piacevole subbuglio interiore, lì in mezzo a mille percezioni.

Sarà il verde dei cipressi e delle palme, che sorgono rigogliosi tra i monumenti, a ridare una sensazione di pace.

La nuova proposta di Insolitaguida.it nasce dalla considerazione che il Cimitero di Poggioreale oramai, si avvia ad essere considerato un importante museo all'aria aperta, imprescindibile per chi è interessato a comprendere meglio le usanze, i gusti architettonici e le diverse culture e anime del popolo partenopeo. Il Cimitero monumentale è un susseguirsi di stili, attraverso le diverse epoche: dalle tombe di illustri personaggi quali Benedetto Croce, Salvatore Di Giacomo, Carlo Pisacane, Saverio Mercadante, Raffaele Viviani, Eduardo Scarpetta trovano posto i monumenti realizzati dai più importanti scultori napoletani dell'Ottocento e del primo Novecento. Poggioreale offre un vasto repertorio di stili, di scuole che si sovrappongono e si succedono; dal neoclassico al neogotico iniziale, poi attraverso una parentesi "eclettica" di neoegiziano e neobizantino, si arriva all'esperienza liberty per poi confermare le forme classiche e gotiche.

Passeggiando per i viali si possono ripercorrere le varie transizioni dei linguaggi e le varie mutazioni del gusto che ne hanno accompagnato le vicende.

Ogni scultura, ogni particolare vi svelerà segreti di arte e di vite trascorse, e non mancheranno riferimenti a fatti e personaggi che per i motivi più svariati sono entrati nella leggenda legata alla tradizione napoletana. Come nel caso di Don Rafè, anima protettrice dei commercianti d'oro, sulla cui tomba gli orafi in difficoltà pregano e porgono fiori, chiedendo di ricevere la grazia della ripresa economica.


Download allegati

Nessun allegato disponibile per l'evento


Condividi questo evento: