GIAVENO CITTA' DEL BUON PANE

XII EDIZIONE

Quando e dove
  • Domenica 13 Settembre 2015
  • Giaveno (TO)

Download allegati

programma


Il profumo e la fragranza del pane, il “popolo bianco” in piazza, il vecchio modo di trebbiare il grano con l’impiego di macchine e attrezzi di un tempo, la visita all’antico Mulino della Bernardina perfettamente funzionante, il racconto della molitura e del mestiere del mugnaio.

La festa che Giaveno dedica al semplice buon pane artigianale che giunge quest’anno alla 12^ edizione e che porta il nome di “Giaveno Città del Buon Pane” ha in questi tratti i suoi indirizzi espressivi, di rappresentazione ed incontro con il pubblico.

La manifestazione dedicata al pane e ai pani tradizionali, e alla “ buona corte” dei prodotti da forno con grissini e al dolce e al salato si terrà quest’anno domenica 13 settembre.

L’appuntamento come ogni anno si arricchisce del mercato dei prodotti agroalimentari del territorio, di ristoranti, trattorie e caffè aperti, di opportunità culturali, e di funghi.

La stagione dei funghi a Giaveno è iniziata in queste settimane con un ottima raccolta di porcini in vendita nel mercato dei funghi freschi spontanei lungo la passeggiata di Piazza Molines, aperto tutti i giorni dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 19.30. I famosi cercatori di funghi, i “Boulajour” sono concordi nel dire che se non uscirà il vento sarà una grande stagione.

La manifestazione Giaveno Città del Buon Pane è organizzata dall’Amministrazione Comunale con gli Assessorati e Assessori al Turismo, Cultura, Scuola ed Educazione, Ambiente e Commercio e i Consiglieri delegati, in collaborazione con il Gruppo Panificatori artigiani e produttori De.C.O. capeggiato da Dario Calcagno Tunin che in piazza Mautino condurrà un’area forni - laboratorio per la panificazione e un’altra dedicata alla vendita al minuto di pane e grissini, dello “Stirato Torinese” e dei prodotti da forno dolci e salati.

Al pubblico viene data la possibilità di conoscere una produzione artigianale locale tramandata con passione di generazione in generazione e di consumare uno spuntino passeggiando o di portare a casa un “buon e profumato” ricordo della manifestazione.

Al centro della valorizzazione del pane, come prodotto semplice ma unico e protagonista di tutte le tavole, la promozione e la trasmissione conoscitiva dei pani tradizionali del territorio, riconosciuti con la Denominazione Comunale d’Origine (De.C.O.): biova, stirotto, micca e mezzana. Pani legati al passato, non solo locale ma piemontese. Pani di pezzatura tendenzialmente grande, rispetto alle mode più attuali, dal sapore “semplice” e allo stesso tempo unico, con la capacità di essere buoni anche il giorno dopo, e dal valore sociale e culturale quali portatori del sapere del passato e dei tempi lenti della vita contadina.

Un appuntamento molto significativo quello con Giaveno Città del Buon Pane per l’Amministrazione Comunale sia per la presenza e l’attività dei panificatori, alcuni dei quali alla terza generazione famigliare impegnata in questo mestiere, che per la possibilità di promuovere con il pane e i grissini artigianali, una più ampia rosa di eccellenze delle aziende e dei produttori locali.

Sempre in piazza Mautino per iniziativa del Gruppo panificatori artigiani domenica 13 e per tutta la giornata a chi si presenterà in pigiama verrà offerta gratuitamente o la brioche o la pizza, mentre un set a cura di Ica - net darà la possibilità a chi lo desidera di farsi scattare una foto ricordo “Città del Buon Pane”. Per i bambini sarà attivato un laboratorio di manipolazione.

Nella stessa area saranno ospitate alcune aziende vitivinicole della Strada Reale della Provincia di Torino.

A sottolineare l’edizione e la festa raccolta intorno al pane quest’anno sono state organizzate anche la parata musicale con la Banda Leone XIII, Les Mascottes e le autorità che alle ore 10 da Palazzo Marchini percorreranno la centralissima via Roma per raggiungere piazza Mautino, e alle ore 11 in piazza Mautino il “taglio del grissino” e l’apertura ufficiale della manifestazione con la performance di ballo “Pane, danza & fantasia” presentata dall’Associazione ArteInMovimento.

Il “taglio del grissino” sarà fatto dal Sindaco Giacone con Re Miccone e la mascotte del fungo e con la distribuzione del prodotto ai presenti. Vi parteciperanno una delegazione dell’Amministrazione Comunale gemellata di Saint -Jean -de-Maurienne e del Comune di Sestriere. Con quest’ultimo Ente è in atto una collaborazione sul progetto “Gusto in Quota” curato dal Museo del Gusto e da Turismo Torino & Provincia per la valorizzazione delle specificità enogastronomiche e delle manifestazioni legate ai prodotti del territorio.

In piazza Molines domenica 13 settembre sin dal mattino sarà possibile assistere alla conduzione dimostrativa della trebbiatura del grano, effettuata “come una volta”, con macchinari d’epoca da parte di appassionati “trebbiatori e contadini” locali. In esposizione anche vecchi trattori appartenenti a collezionisti privati.

Saranno presenti anche bancarelle e banchi di prodotti agroalimentari, formaggi, frutta, ortaggi, miele e degli hobbisti con creazioni e oggetti diversi.

Tenuto conto che il pane è denominatore comune a Giaveno e a Saint-Jean-de-Maurienne, comuni gemellati, in virtù della Fête du Pain che si tiene ad inizio agosto nella località francese e della manifestazione giavenese, domenica 13 con gli Assessori d’oltralpe ci saranno anche il Club Voitures Anciennes, il Club Photo Passions e una sessantina di turisti provenienti dalla Savoia.

“La manifestazione dedicata alla panificazione artigiana, al pane e ai grissini si conferma uno degli appuntamenti di punta del calendario di iniziative dell’Amministrazione Comunale, con alcune novità che nascono dalla collaborazione con i panificatori. Presentiamo e facciamo conoscere il pane di Giaveno ma con esso la particolarità di questo territorio e le sue eccellenze: quelle della tavola, e penso ai funghi, al cioccolato, ai formaggi, alle farine, ai piccoli frutti; dell’accoglienza con la cucina dei ristoranti e degli altri locali, le nicchie culturali sviluppate da associazioni e gruppi, lo sport e l’escursionismo - spiega il Sindaco Carlo Giacone -. Il programma estivo è andato molto bene contiamo di bissare anche per questo appuntamento e per Fungo in Festa.”

Presso i locali espositivi di via XX Settembre si terrà la mostra fotografica “Scatti in libertà”, evento italo - francese che vede avviato uno scambio all’insegna dell’arte e del linguaggio della fotografia fra il Circolo Fotografico Il Mascherone e il Club Photo Passions di Saint - Jean -de- Maurienne.

Per l’aspetto culturale, specificatamente per arte e architettura nella giornata saranno aperti ai visitatori la Chiesa dei Batù, all’imbocco di Via Umberto I, la Chiesa di San Rocco nell’omonima piazzetta nella parte alta del Centro Storico, generalmente chiusa, ma aperta per l’occasione e la Collegiata di San Lorenzo Martire nel pomeriggio a partire dalle 15. Per gli altri orari di apertura 011.9374053.

L’Ufficio Turistico con la sponsorizzazione di Canalis Gioielli, Vivaio Ostorero, Mostomisto Enoteca e Wine bar e MCF Consulenze Immobiliari offrirà ai visitatori della manifestazione anche una visita guidata del centro di Giaveno con il seguente percorso: Collegiata di San Lorenzo Martire; Antiche Torri, piazze del Centro Storico, Chiesa dei Batù, Villa Favorita, per concludersi all'enoteca Mostomisto dove sarà possibile partecipare ad degustazione di vini (3 € al calice). Le visite guidate con partenza da piazza San Lorenzo 34 e con un massimo di 20 componenti per gruppo saranno alle ore 15, 16, 17, 18. Per le visite ci si dovrà prenotare con anticipo presso l'ufficio e il ritrovo è 5 minuti prima della partenza del tour.

A questa offerta si aggiunge il Mulino della Bernardina in borgata Buffa, in via Vittorio Emanuele II n. 260, mulino ad acqua risalente alla fine dell’Ottocento ancora perfettamente funzionante di proprietà della famiglia Ughetto che porta avanti la tradizione famigliare del mestiere agricolo e di mugnaio in particolare. Il mulino sarà aperto al pubblico al mattino e al pomeriggio, con l’interruzione della pausa pranzo, e potrà essere raggiunto in modo autonomo e nel pomeriggio anche per mezzo della navetta gratuita con partenza a partire dalle ore 14.30 dinanzi all’Ufficio Turistico in piazza San Lorenzo 34. Per iscrizioni, informazioni sugli orari ci si rivolgere allo 011.9374053 o direttamente presso l’Ufficio.

L’immagine della manifestazione di quest’anno è opera dell’artista Grazia Ferraut già realizzatrice del manifesto per questa importante iniziativa nel 2006. L’opera, ad acquerello dai tratti tondi in color seppia riprende il motivo della manifetazione rappresentando pani e grano e il lavoro dell’uomo che dà contenuto e forma al pane. Un richiamo al passato e allo stesso tempo attuale per l’evidenza manuale ed artigianale ricercata e apprezzata da molti.

Alla manifestazione Giaveno Città del Buon Pane partecipano e collaborano associazioni, organismi di volontariato ed operatori del territorio.


Download allegati

programma


Condividi questo evento: