PIANTE E ANIMALI PERDUTI

XIX EDIZIONE

Quando e dove
  • Da Sabato 26 a Domenica 27 Settembre 2015
  • Guastalla (RE)

Portare alla ribalta lo straordinario patrimonio di varietà animali e vegetali ormai desuete nell'agricoltura e a rischio estinzione, far conoscere specie che hanno fatto la storia del paesaggio rurale italiano e conservare la storia e le tradizioni della gente la cui vita è ruotata per decenni attorno alla terra, oltre che al fiume.

È l’intento di Piante e Animali Perduti, uno degli appuntamenti dedicati al mondo rurale e alla biodiversità di inizio autunno più attesi e frequentati, come indicano gli oltre 40mila visitatori della passata edizione, in programma sabato 26 e domenica 27 settembre 2015, a Guastalla, antica capitale dei Gonzaga (RE) sulle rive del Po, a pochi chilometri da Mantova.

Ed è anche il contributo della manifestazione, organizzata a cura di Vitaliano Biondi con l’Associazione guastallese gemellaggi ed eventi, il patrocinio del Comune di Guastalla e il supporto di Til, a declinare il tema di Expo 2015 “Nutrire il pianeta” con una precisa chiave di lettura che contrassegna la rassegna fin dalla prima edizione nel ’96, in grande anticipo sui tempi: quella della biodiversità, del rispetto per l’ambiente, del cibo buono e sano (Ingresso 3 euro. Info www.pianteeanimaliperduti.it).

Al pubblico di Piante e animali perduti in questa edizione, la diciannovesima, viene offerta la possibilità di affrontare questo cammino seguendo le numerose attività in programma grazie a importanti vivaisti, molteplici attività, interessanti mostre e alcune novità. Ci sono piante, fiori e frutti dimenticati, piante da frutto e ornamentali, rose, piante erbacee, graminacee, ortaggi, sementi, mostre pomologiche, razze di animali domestici e d’allevamento. Inoltre punto forte della manifestazione sono i prodotti eno-gastronomici, biologici, tipici e dimenticati e la cucina locale che avrà il suo apice nello show cooking con la famiglia Nizzoli, del Ristorante di Villastrada di Dosolo (Mn), emblema della cucina mantovana, che svelerà i segreti dei tortelli di zucca con proposte di degustazione.

Non mancano per i bambini laboratori, animazioni, giochi antichi ed attività di ogni tipo con gli asinelli. Arricchiscono la proposta alcune novità. Quattro giardini per quattro galline vede quattro paesaggisti cimentarsi nella realizzazione di quattro giardini per razze di gallina cocincina nana, serama, chabo e moroseta; The pink side of the food. Donne in campo propone testimonianze ed interviste realizzate da Anna Kauber, dedicate alla centralità del ruolo femminile nel nutrire l’umanità del pianeta; lo sportello dei green jobs affronta il tema dei lavori con finalità etica nel campo della green economy; il Salone delle antiche arti femminili (tombolo, ricamo, merletto, uncinetto, tessitura ecc) intende incentivare la creatività in tutte le sue forme, facendo rivivere antiche tradizioni.

Infine sono in programma visite guidate alla scoperta del patrimonio storico artistico di Guastalla, presentazione di libri, artigiani che permetteranno di riscoprire le tradizionali tecniche di lavorazione di tessuti, legno e ceramica e il mercato del vintage.

Patrizia Paterlini


Download allegati

Nessun allegato disponibile per l'evento


Condividi questo evento: