FESTIVALOVE

I EDIZIONE

Quando e dove
  • Da Venerdì 29 a Sabato 30 Maggio 2015
  • Scandiano (RE) - Rocca dei Boairdo e centro storico
Riferimenti e contatti

Download allegati

pieghevole


Dal grande successo di “Wow. La meravigliosa notte di Scandiano” che ha visto succedersi per 5 edizioni sul palco di piazza Fiume dal 2010 al 2014 big star quali Vinicio Capossela, Max Gazzè, Samuele Bersani, Niccolò Fabi, Elio e Le Storie Tese oltre a proposte musicali e artistiche di alta qualità che hanno riempito le piazze del centro storico, l’Amministrazione comunale ha deciso di lavorare da quest’anno in un’ottica pluriennale alla realizzazione di un grande evento multidisciplinare che si svilupperà da venerdì 29 a sabato 30 maggio fino a notte fonda proponendo appuntamenti ed iniziative per pubblici diversi con l’obiettivo di consentire una migliore fruizione delle proposte da parte del pubblico.

Filo rosso dell’intero festival sarà l’Innamoramento che nasce dal forte legame che Scandiano ha con Matteo Maria Boiardo che qui visse e lavorò alla creazione del suo poema “L’Orlando Innamorato”. Altra caratterizzazione forte che connoterà questa due giorni è la presenza nella Rocca dei Boiardo di 41 tavole illustrate che nel 1994 il Comune di Scandiano commissionò a Emanuele Luzzati per celebrare il cinquantenario della morte del Boiardo stesso. Queste magnifiche opere, entrate da allora nel patrimonio dell’Amministrazione comunale, dal 2011 sono esposte in sede permanente presso il piano nobile della Rocca dei Boiardo. L’INNAMORAMENTO verrà quindi declinato nei diversi linguaggi contemporanei della musica, del teatro, delle arti visive, delle performance artistiche, delle installazioni, delle attività per bambini.

L’inaugurazione del festival, venerdì 29 maggio alle ore 18 nel cortile della Rocca dei Boairdo, sarà condotta dal poliedrico Dario Vergassola che con la sua istrionicità e la sua verve dissacrante presenterà il palinsesto artistico della due giorni per proseguire poi alle ore 21,15 in piazza Fiume con l’intervista a Serena Dandini che presenterà il suo libro “Ferite a morte” nato dal desiderio di raccontare le vittime di femminicidio. “Ho letto decine di storie vere” dice la Dandini “e ho immaginato un paradiso popolato da queste donne e dalla loro energia vitale, sono mogli, ex mogli, sorelle, figlie, fidanzate, ex fidanzate che non sono state ai patti, che sono uscite dal solco delle regole assegnate dalla società, e che hanno pagato con la vita questa disubbidienza. Così mi sono chiesta: ‘E se le vittime potessero parlare?’ Volevo che fossero libere, almeno da morte, di raccontare la loro versione, nel tentativo di ridare luce e colore ai loro opachi fantasmi.” Una declinazione dell’amore purtroppo molto amara ma reale, quotidiana e sotto gli occhi di tutti quella che porterà sul palco di piazza Fiume la Dandini, con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica anche su queste tematiche.

Il testimone passerà poi a Raphael Gualazzi che per l’anteprima Mundus 2015 proporrà in quintetto “Jazz me up summer tour 2015”. In uno show travolgente e dinamico, l’inconfondibile sound internazionale di Gualazzi spazierà tra grandi classici e standard jazz che hanno fatto la storia musicale del nostro secolo e che per Raphael sono da sempre un riferimento, colonne della sua formazione artistica e discografica d’esordio. Raphael Gualazzi, alla voce e al piano, sarà accompagnato sul palco da una grande band multietnica - Julien Duchet al sax, Damien Verherve al trombone, Luigi Faggi alla tromba, Laurent Miqueu alla chitarra, Emah Otu al contrabbasso, Gianluca Nanni alla batteria e Bene Maillot, Lisa Griset e Sophie Afoyai ai cori.

La giornata di sabato 30 maggio coinvolgerà l’intero centro storico dalla mattina alla notte fonda.

Si parte alle ore 10,30 nel Salone d’Onore della Rocca dei Boiardo con la presentazione del libro “Conta su di me. Relazioni per crescere” di Anna Oliverio Ferraris. La Ferraris è autrice di saggi, numerosi articoli scientifici e testi scolastici in cui affronta i temi dello sviluppo normale e patologico, dell’educazione, della famiglia, della scuola, della formazione, della comunicazione in contesti diversi, del rapporto con tv e nuovi media, delle dinamiche identitarie nella società contemporanea e qui al festival darà quindi il suo contributo epr una riflessione che si vuole il più possibile allargata e trasversale sul tema dell’amore e dell’innamoramento. In questo libro la psicologa illustra con un linguaggio chiaro e rigoroso le rapide trasformazioni delle relazioni nella famiglia, a scuola, nel gruppo dei pari e tra i diversi soggetti coinvolti nei contesti educativi presentando alcuni casi emblematici.

Alla mattina nel centro saranno proposti due differenti laboratori per bambini: “Cometa d’amore” a cura di Tutti giù per terra e “io ci metto il cuore” a cura di Pangea, entrambi utilizzeranno materiali eterogenei e riciclati per favorire lo sviluppo della creatività infantile.

Dal pomeriggio su corso Vallisneri saranno allestite tre Cabine telefoniche letterarie, uno spettacolo storico della compagnia mantovana Teatro Magro che ancora attrae sia grandi, sia piccini. Il meccanismo è tanto semplice, quanto immediato: è sufficiente inserire una moneta (qualsiasi) nell’apposita fessura, infilare un dito (qualsiasi) nel foro corrispondente alla copertina del libro selezionato, sganciare la cornetta e portarla ad un orecchio (qualsiasi), ed infine ascoltare dal vivo un breve brano dal libro selezionato. All’interno della cabina - fatto sorprendente - c’è un attore vero che recita live la scelta per la quale lo spettatore ha optato. Esistono vari tipologie di cabina telefonica tematica: dai classici della letteratura moderna, alla poesia, ai racconti per bambini, fino ad arrivare alle cabine a tema “anni ’60”; per festivaLOVE Teatro Magro ha costruito una cabina sul tema dell’amore.

In corso Garibaldi dal pomeriggio di sabato i Madonanri dell’Associazione Madonnari d’Italia dipingeranno oltre che a terra su diversi supporti immagini ispirate al tema del festival. L’effimericità di questa arte conosciuta fin dal passato e apprezzata proprio per la sua comprensibilità e immediatezza, ben si coniuga con la tematica di festivaLOVE e con la tipologia dell’iniziativa.

Sempre in corso Garibaldi, angolo piazza Libertà, il Progetto Giovani che ha in gestione i due centri giovani di Scandiano e Arceto, propone “Share your love”, un allestimento scenografico che interagirà con il pubblico focalizzandosi sulle 5 diverse forme di amore secondo la tradizione greca antica. Al loro fianco ci sarà ancheEmiliano Barbieri con il set fotografico “Un bacio per … Scandiano” dove il pubblico potrà farsi fare un rotratto innamorato.

Alle ore 15 Dario Vergassola presenterà in Rocca il libro “Ti amo perchè” di Fabrizio (Bicio) Fabbri, edizioni Barricate. Fabbri è vignettista, autore, disegnatore e collabora con le maggiori riviste di satira italiana tra cui Cuore, Zut, il Clandestino, Re Nudo, Frigidaire, Animals. Le sue vignette e i suoi fumetti sembrano quadri in miniatura e, all’inverso, i suoi quadri sembrano frammenti di un fumetto gigantesco. Il libro raccoglie 100 vignette a volte dissacranti, divertenti, dure, altre volte fresche, leggere, poetiche, perchè il linguaggio di fabbri è variegato ed eterogeneo. Nell’Appartamento Estense della Rocca è inoltre allestita una mostra che presenta una selezione delle migliori vignette tratte dal libro “Ti amo perchè”.

Alle ore 16,30 lo spazio della Rocca sarà dedicato alla prima intervista musicale a cura di Paola Maugeri con iModena City Ramblers che intervisterà poi alle ore 21 anche Frankie Hi nrg, anche lui sul palco di piazza Fiume alle ore 22,30.

In Rocca tornerà poi Vergassola alle ore 18,30 per dialogare con Diego De Silva e presentare il suo libro dal titolo “Mancarsi”. Il volume si allontana dalle irresistibili vicende di Vincenzo Malinconico e ci regala una semplice storia d’amore. Semplice per modo di dire, perché la scommessa è tutta qui: nel nascondere la profondità in superficie, nel tratteggiare desideri e dolori, speranze e rovine, con poche parole essenziali, dritte e soprattutto vere. La perfetta storia d’amore di due persone che si sfiorano senza incontrarsi mai.

festivaLOVE vuole avere uno sguardo a 360° sull’amore e sulle relazioni umane andando al di là dei generi e delle tradizioni per riflettere anche sui mutamenti della società contemporanea. In quest’ottica sabato 30 verrà presentato il libro “T’innamorerai senza pensare” di Francesca Vecchioni. Laureata in Scienze politiche, attivista per i diritti civili, esperta in comunicazione e giornalista, la Vecchioni è madre di due bambine. Crede che la diversità sia una ricchezza e per questo ha fondato l’Associazione Diversity (diversitylab.it) di cui è presidente. Scegliere di vivere ciò che si è: può sembrare semplice ma è una delle decisioni più complicate della vita di ognuno. Eppure questa è la scelta che tutti siamo, prima o poi, chiamati ad affrontare se vogliamo arrivare un po’ più vicino alla felicità. Questo libro è la storia di una ricerca, il viaggio verso sé e gli altri di chi, costretto ad affermare se stesso ogni giorno, decide di trasformare ciò che poteva sembrare un problema, in un vantaggio. Crescere in una famiglia un po’ speciale, scoprire la propria sessualità, innamorarsi, perdersi per poi ritrovarsi, diventare adulti e, infine, genitori; le tappe più importanti della vita affrontate dal punto di vista di una donna che ama le donne, e che sulla naturalezza delle proprie emozioni, sulla consapevolezza di sé, e la convinzione che l’omosessualità non debba essere considerato un problema, ha costruito tutta la sua battaglia di civiltà. “T’innamorerai senza pensare…” è una frase della canzone Figlia che il padre di Francesca, il cantautore Roberto Vecchioni, le ha dedicato quando è nata.

Piazza Spallanzani sarà caratterizzata da un allestimento davvero scenografico a cura di L’Ufficio Incredibile che ricreerà le atmosfere e le sugguestioni del circo con tutta la sua magia: un piccolo tendone, gradinate, una zona spettacolo, file di lucine, carretti con zucchero filato, pop corn e tutto quello che serve per incantare il pubblico e trasportarlo in un’altra dimensione. Blink Circus, un’installazione d’arte viaggiante in stile anni ’20 in un piccolo chapiteaux: un grande carillon con una ballerina al centro, 4 ruote meccaniche, un libro gigante, due bauli verticali e la galleria d’arte piu’ piccola del mondo di fotografie in stile surrealista-circense in miniatura. Elia Orsie la 500 Drive-In, un piccolo cinema per due all’interno di una Fiat 500 vintage.

Dalle ore 16 alle 18 si terrà “Spiazza la piazza” un laboratorio di circo per bambini e famigli e a cura di Circolarmente, dalle ore 19 partiranno gli spettacoli di teatro di strada che si caratterizzeranno per l’internazionalità delle proposte, gli artisti coinvolti infatti vengono dall’Argentina, dal Giappone, dall’Olanda oltre che dall’Italia. Bram Graafland con “The Yelling Kitchen Prince” proporrà una comicità surreale fatta di energica performance di musica suonata in una cucina anni ’70, tra frigorifero, fornelli, tastiere e loop station l’artista cercherà di conquistare il suo ultimo colpo di fulmine preparando per lei un folle pancake. Lannutti & Corbo proporranno “All’incirco varietà”, un crescendo pirotecnico di comicità, magia, acrobazia, poesia e follia, uno spettacolo d’arte varia tra il circo, il cabaret e l’amore, popolato da personaggi bizzarri e assurdi: un imbonitore, una soubrette, un’acrobata, un ventriloquo muto, il mago della Maiella e la sua assistente nelle peripezie della vita di coppia.

Direttamente dal Giappone i Sivouplait, Nozomi Horie e Takeshi Shibasaki, parlano d’amore, non con le parole, ma con la loro grande capacità mimica, un amore spesso eccessivo, a tratti decisamente umoristico, ed assolutamente sempre all’ultima moda, grazie ai loro sfolgoranti abiti bianchi. Poi ci sarà Tatiana l’acrobata e il suo “Love is in the air”, una dolce fanciulla con la testa fra le nuvole, proprio come gli innamorati.

La serata musicale realizzata in piazza Fiume in collaborazione con Arci Modena Comitato Provinciale e Circolo culturale Left/Vibradi Modena vedrà un palconcenico davvero interessante con Frankie hi-nrg mc alle ore 22,30 e il suo “L’Alto Parlante Gira Dischi” dj set e alle ore 24 circa i Modena City Ramblers con il loro nuovo tour “Sentieri clandestini”. Aprirà la serata alle ore 21,30 Andrea Fontanesi.

Frankie Hi nrg mc è un artista che ha fatto di impegno ed eclettismo la propria cifra stilistica, si proporrà a Scandiano in veste di dj, offrendo una selezione di musica rap/hip-hop ed elettronica, spaziando tra celebri hit, tesori nascosti dell’underground ed interpretando LIVE alcuni dei suoi maggiori successi.

Ci sono canzoni nel corso della carriera di una band che diventano una bandiera, un simbolo di riconoscimento, un marchio di fabbrica. Ci sono altri brani, invece, che il pubblico non si aspetta, su un disco non li ha mai ascoltati ma li ha sentiti qualche volta dal vivo, in concerto. Sonotracce particolari, mai registrate, oppure comparse solo in dischi oggi introvabili, canzoni spesso di altri autori che rientrano a pieno nel registro culturale e musicale dei Modena City Ramblers e che hanno particolarmente influenzato la band. Tutto questo trova “casa” nel loro nuovo disco da cui nasce anche il tour. L’inedita tournée della band, oltre al repertorio storico, darà così una nuova identità alle canzoni che per anni sono state disperse in terre di confine, e i brani avranno uno spazio tutto loro per rivelarsi al pubblico e fare finalmente parte di un concerto unico e suggestivo. Tutto il progetto musicale di piazza Fiume è realizzato in collaborazione con Arci Provinciale di Modena e Circolo culturale Left Vibra di Modena.

Alcuni progetti speciali realizzati appositamente per festivaLOVE arricchiranno il palinsesto. “Loving in the street”, progetto di arte urbana a cura di Bibbito e Cane Morto. Verranno allestiti nei giorni precedenti al festival e rimaranno fruibili per tutta la manifestazione, poster di grandi dimensioni che dialogheranno dai muri degli edifici con la città, prendendo spunto dalle opere di Emanuele Luzzati. I tre writer, in residenza a Scandiano per una settimana, produrranno 9 pezzi unici che contribuiranno a veicolare il tema del festival in tutti i luoghi del centro.

“vignetTiAMO”a cura di Mauro Biani, Fabrizio (Bicio) Fabbri, Fulvio Fontana, Marco Gavagnin (Gaval),Gianlorenzo Ingrami (Cecigian), Fabio Magnasciutti, Marilena Nardi, Fabio Pecorari (Fifo) porterà in centro in alcuni punti alcuni tra i più importanti vignettisti italiani che disegneranno dal vivo secondo lo stile che li caratterizza vignette per il festival.

“Io ci metto il cuore” a cura di Pangea porterà in alcuni punti del centro papitanti cuori policromi realizzati con materiali ricilati che connoteranno i vari luoghi di spettacolo e intrattenimento.

Piazza I° Maggio sarà la piazza del gusto, punto di offerta enogastronomica a cura di Associazioni no profit del territorio.

In Rocca sarà presente uno spazio libreria e nel perimetro della manifestazione ci saranno due spazi per il merchandising del festival.


Download allegati

pieghevole


Condividi questo evento: