ABBAZIE ARTE E MUSICA

Quando e dove
  • Domenica 2 Novembre 2014
  • 16:00
  • Domenica 9 Novembre 2014
  • 16:00
  • Domenica 16 Novembre 2014
  • 16:00
  • Domenica 23 Novembre 2014
  • 16:00
  • Domenica 30 Novembre 2014
  • 16:00
  • Domenica 7 Dicembre 2014
  • 16:00
  • Domenica 14 Dicembre 2014
  • 16:00
  • Milano (MI) - Via della Chiesa Rossa, 55 - Chiesa Rossa dei Frati Cappuccini

Download allegati

programma


Come ogni anno, comincera’ a breve la nuova edizione di ABBAZIE: ARTE E MUSICA, la rassegna itinerante che, ormai da diversi anni, porta musica in alcuni tra i piu’ bei luoghi della citta’ di Milano e dei comuni limitrofi, sotto la direzione artistica di Riccardo Doni

La stagione di quest’anno ci portera’ in alcune tra le chiese piu’ belle della citta’ (San Bernardino alle ossa oppure Santa Maria Incoronata), senza tralasciare, ovviamente le abbazie (la splendida chiesa di Monlue’) ma altrettanto sara’ presente per la prima volta il palazzo del Circolo Filologico, che ospitera’ il concerto di apertura della rassegna rievocando le atmosfere delle “accademie” milanesi ottocentesche con un concerto di musica da camera. Dopo ogni concerto, inoltre, sara’ possibile partecipare a una visita guidata, che spesso permettera’ di entrare in luoghi di difficile accesso, come la biblioteca del circolo filologico, o la quattrocentesca sala capitolare dell’abbazia di Monlue’

Come di consueto, ABBAZIE: ARTE E MUSICA accosta interpreti di chiara fama a giovani e promettenti musicisti: avremo pertanto il piacere di ascoltare gruppi ben noti come l’Ensemble Baschenis, l’ensemble l’Enharmonique o il virtuoso della fisarmonica Antonio Disabato, accanto a promettenti giovani formazioni come il quintetto di fiati “Elliott” e il trio Miramonti-Cracco-Tornaghi.

La rassegna si aprira’ il pomeriggio di domenica 2 novembre, in cui il trio Miramonti-Cracco-Tornaghi eseguira’, presso il salone del Circolo Filologico, un programma dedicato tutto alla musica da camera del romanticismo, che ci permettera’ di ascoltare, tra le altre cose, il trio op. 40 per violino, corno e pianoforte di Johannes Brahms. La collocazione di questo particolare concerto in un luogo storico di Milano come il salone di Via Clerici vuole essere un omaggio alle tante “accademie” e “societa’” che si erano formate all’inizio del secolo scorso nella citta’ di Milano. Al termine del concerto, visita guidata al palazzo del Filologico, con apertura speciale della Biblioteca.

Il 9 novembre sara’ la volta di un gruppo che costituisce, da oltre vent’anni, un solido punto di riferimento della musica barocca milanese: stiamo parlando dell’Ensemble Baschenis, guidato dal tiorbista Giorgio Ferraris, che proporra’, presso la chiesa di Santa Maria alla Fonte (meglio nota ai milanesi come la chiesa rossa) un programma molto particolare, dedicato a repertorio per mandolino barocco. La particolar formazione (due mandolini, violoncello e tiorba) permettera’ di ascoltare musiche di autori del settecento poco noti come Paolucci, Cecere e Cauciello, che permetteranno di conoscere un lato meno noto di un mondo caleidoscopico come quello del barocco italiano. Al termine del concerto, visita guidata alla chiesa

Domenica 16 novembre, la stagione torna nel pieno centro di Milano per un concerto presso una delle chiese piu’ belle e meno conosciute della citta’, ovverosia San Bernardino alle Ossa. Questo meraviglioso luogo, situato a pochi passi da Via Larga e dall’Universita’ Statale, ospitera’ l’ensemble l’Enharmonique, gruppo tutto al femminile che raggruppa alcune tra le piu’ promettenti realta’ della musica barocca internazionale. Nel gruppo troviamo due tra le principali soliste di flauto traversiere barocco (Laura Santese e Francesca Torri) attualmente attive sulla scena italiana, accompagnate dalla violoncellista Marlise Goidanich e dalla clavicembalista Emma Bolamperti. Il programma sara’ incentrato sulla letteratura delle triosonate per due flauti e basso continuo, includendo opere di Locatelli, Vivaldi, Johann Sebastian Bach e un grande rappresentante della scuola milanese come Sammartini. L’occasione includera’, come di prammatica, una visita guidata che permettera’ di visitare tanto la splendida chiesa, quanto la cappella dell’ossario, con la volta affrescata nel 1695 da Sebastiano Ricci, un vero tesoro della citta’.

La rassegna proseguira’ domenica 23 novembre in un’altra chiesa dedicata a San Bernardino, ma si trattera’ di questo caso di San Bernardino alle Monache, in via Lanzone. IN questa splendida cornice quattrocentesca si esibira’ un solista di fama, Antonio Disabato, fisarmonicista e compositore, che proporra’ al pubblico di Abbazie Arte e Musica un programma volto a estendere i limiti del repertorio che viene comunemente associato alla fisarmonica: Disabato proporra’ infatti alcune proprie trascrizioni di brani organistici di Girolamo Frescobaldi e Johann Sebastian Bach, accanto a composizioni scritte e pensate proprio per la fisarmonica cromatica, tra cui lo splendido preludio e fuga in la minore “nello stile di Buxtehude” del compositore ungherese Mathias Seiber. Sara’ inoltre possibile partecipare alla visita guidata alla chiesa, raramente aperta al pubblico e unica parte superstite del convento di Santa Maria in Cantalupo, abbattuto alla fine del settecento.

La chiesa di Santa Maria Incoronata, in corso Garibaldi, con le sue due navate gemelle, sara’ la cornice del concerto di domenica 30 novembre. Avremo in questa occasione la possibilita’ di ascoltare le Virgo Vox, un gruppo polifonico tutto al femminile che sara’ accompagnato, all’organo, da Maria Massimini, titolare dello strumento della basilica di Sant’Ambrogio. Nel loro programma, intitolato “Vita, dulcedo e spes”, queste splendide voci proporranno all’ascolto alcune tra le pagine piu’ importanti della polifonia sacra del novecento dedicata alla figura della Vergine Maria, con musiche di Zoltan Kodaly, Francis Poulenc e Domenico Bartolucci, indimenticato maestro di cappella della basilica vaticana di San Pietro recentemente scomparso: sara’, inoltre, un’occasione per ascoltare il nuovo organo meccanico “Pedrini” di cui la chiesa e’ stata recentemente dotata.

La rassegna si spostera’ successivamente, il 7 dicembre, presso l’abbazia di Monlue’, un vero gioiello della periferia orientale della citta’, dove si terra’ il concerto dell’Elliot Quintet, un quintetto di fiati formato da giovani musicisti che stanno ottenendo ampio consenso sulla scena concertistica. Il programma comprendera’ tanto brani ben conosciuti, come alcune pagine di Gioacchino Rossini trascritte per questo ensemle, quanto composizioni di Jacques Ibert e Darius Milhaud. Il tour guidato che seguira’ il concerto sara’, in questo caso, particolarmente interessante perche’ permettera’ di visitare, oltre alla chiesa, anche la splendida sala capitolare quattrocentesca che sara’ aperta per l’occasione.

La rassegna si concludera’ il 14 dicembre presso Santa Maria alla Fonte con il tradizionale concerto di Natale. Saranno ospiti di “Abbazie Arte e Musica”, quest’anno, i cantori dell’Ensemble Magnificat che proporranno un’accostamento tra musiche del repertorio classico (Monteverdi, Bach) e brani tradizionali natalizi provenienti da tutta Europa. L’Ensemble Magnificat, in attivita’ da oltre dieci anni, ha ricevuto in questi anni numerosi riconoscimenti per la propria attivita’ discografica e concertistica, collaborando con molti dei piu’ grandi nomi della musica barocca italiana, ma altrettanto essendo chiamati a esibirsi a fianco di artisti come Milva. Sara’ pertanto un’occasione per scambiarsi gli auguri di Natale in una splendida cornice come quella di Santa Maria alla Fonte, con le sue vestigia che datano addirittura al dodicesimo secolo.

Tutti i concerti iniziano alle ore 16:00

Ingresso: posto unico Euro 9,00 (il concerto di Natale sara’ a ingresso libero)


Download allegati

programma


Condividi questo evento: