NAPOLI FILM FESTIVAL

XVI EDIZIONE

Quando e dove
  • Da Lunedì 29 Settembre a Mercoledì 8 Ottobre 2014
  • Napoli (NA) - luoghi vari

Download allegati

programma


Saranno Giorgio Pasotti, Giuliana De Sio, Edoardo Leo, Gianfelice Imparato ed i registi Francesco Prisco ed il francese Arthur Harari ad animare le serate del Napoli Film Festival 2014 in apertura al cinema Vittoria e in chiusura al Metropolitan. La rassegna napoletana si svolgerà dal 29 settembre all’8 ottobre, presentando un ciclo di incontri a cui si abbinano anche le lezioni di protagonisti del grande schermo che racconteranno il loro modo di fare cinema agli studenti napoletani nella sezione “Parole di cinema”. In cattedra saliranno quest’anno oltre allo stesso Pasotti, Licia Maglietta, Roberto Perpignani, Roan Johnson, Fabio Grassadonia e Antonio Piazza.

In calendario anche eventi speciali come l’omaggio per i 50 anni di Il vangelo secondo Matteo di Pier Paolo Pasolini a le cui immagini saranno accompagnate dal pianoforte di Stefano Battaglia e la serata dedicata al cinema di Massimo Troisi e al suo Non ci resta che piangere, con interpreti e maestranze del film.

Ricco menu degli omaggi con cui quest’anno la rassegna cinematografica ricorderà, tra gli altri, tre maestri napoletani scomparsi a dieci anni di distanza l’uno dall’altro: De Sica (1974), De Filippo (1984) e Troisi (1994).

L'omaggio a Vittorio De Sica (al Grenoble e al Metropolitan) prevede tra gli altri alcuni capolavori come Ladri di biciclette, La ciociara, Ieri Oggi e domani, L'oro di Napoli e Matrimonio all'Italiana (del 1964).

Per ricordare Eduardo il Napoli Film Festival offre l’opportunità di rivedere sul grande schermo due sue opere, Questi fantasmi (nella riduzione cinematografica del 1954, da lui diretta e interpretata da Renato Rascel e Franca Valeri) e Napoletani a Milano.

Due le opere di Massimo Troisi che saranno proposte entrambe accompagnate dai racconti dei loro protagonisti, Scusate il ritardo e Non ci resta che piangere.

Ma i percorsi d'autore, non si fermano qui all’Istitut francais di Napoli ci sarà un omaggio ad Alain Resnais, maestro francese scomparso a marzo di quest’anno. Un occhio diverso, invece, quello con cui il Napoli Film Festival guarderà al cinema di Roman Polanski. Verranno presentati al Metropolitan i primi tre film da lui diretti: Repulsion, Il coltello nell'acqua e e Cul de Sac, ma anche una serie di cortometraggi girati dal regista polacco tra il 1956 al 1962.

Nel viaggio cinematografico proposto dalla rassegna napoletana anche quest’anno c’è un momento per il cinema di oltreoceano con la sezione 41° Parallalelo (quello che unisce Napoli a New York): gli appassionati potranno riscoprire la comicità surreale dei fratelli Marx con due film: La guerra lampo dei Fratelli Marx e Una notte a Casablanca.

Al Cervantes ci sarà una finestra sul cinema iberico contemporaneo con le opere di due registi baschi Julio Medem e Pablo Berger. Del primo verranno proposti tra gli altri La ardilla roja, Vacas, Lucia y el sexo e l’ultimo film a più mani Siete días en La Habana, mentre di Berger vedremo Torremolinos73 e Blancanieves, vincitore di numerosi premi Goya.

Ci sarà poi un'ampia retrospettiva dedicata a Michelangelo Antonioni, il cui cinema è al centro del concorso FOTOgrammi che quest’anno offre agli appassionati di fotografia la possibilità di esporre in mostra le loro opere ispirate ai film del maestro ferrarese. Tra le pellicole riproposte dal Napoli Film Festival su grande schermo Cronaca di un amore, I vinti, La notte e Deserto rosso oltre le opere del periodo americano.

Come sempre ricchi di storie i concorsi Europa, Mediterraneo, e le varie sezioni di SchermoNapoli Doc, Corti, Web e Scuola, che vedranno l’uomo, il suo essere, le sue storie, protagonisti principale di quest’edizione.

Venerdì 3 ottobre presso l’Institut francais di Napoli il cinema per una sera cederà il passo al teatro. Il festival ha aderito all’appello lanciato da Libera Scena Ensable per la riapertura del TAN - Teatro Aria Nord al momento chiuso perché la struttura necessità di lavori di adeguamento. Nello spirito di collaborazione che ha sempre contraddistinto le due realtà culturali napoletane, si è quindi deciso di organizzare una serata di raccolta fondi incentrata su uno spettacolo realizzato con il contributo gratuito di tutti gli artisti che vorranno appoggiare la nostra causa. Questo è un invito rivolto agli spettatori ma principalmente a tutti i colleghi affinché partecipino alla serata per dimostrare che laddove non arrivino le istituzioni ci sono i cittadini.


Download allegati

programma


Condividi questo evento: