STAGIONE CONCERTISTICA DEL CIRCOLO DELLA MUSICA

XXX EDIZIONE

Quando e dove
  • Dal 11 al 18 Ottobre 2014 (solo Sabato)
  • 21:15
  • Dal 8 al 15 Novembre 2014 (solo Sabato)
  • 21:15
  • Sabato 29 Novembre 2014
  • 21:15
  • Bologna (BO) - Via Calari, 4/2 - Oratorio San Rocco
Riferimenti e contatti

Download allegati

programma


Giunge al fatidico traguardo delle 30 edizioni la nuova Stagione Concertistica del Circolo della Musica di Bologna, in programma dall’11 ottobre al 29 novembre 2014, come sempre diretta dal pianista e didatta Sandro Baldi. La stagione si realizza grazie al contributo della Fondazione del Montedi Bologna e Ravenna e dell’Endas. Una stagione assai cara al pubblico bolognese, che in questi 30 anni ha portato in città il fior fiore del concertismo nazionale ed internazionale, spesso segnalando per prima alcuni dei più grandi talenti musicali oggi in attività nelle grandi stagioni e valorizzando molti grandi maestri italiani. Impossibile ricordarli tutti, centinaia i loro nomi, sicuramente nel vivo ricordo del pubblico del Circolo della Musica, affezionato all’appuntamento del sabato sera nell’Oratorio di San Rocco, splendidamente arricchito dai quadri di Carracci e della sua Scuola e dall’acustica eccellente.

Come sempre anche quest’anno è il pianoforte a farla da padrone, con due debutti importanti sotto le Due torri e alcune chicche musicali che stuzzicheranno gli abbonati del Circolo, un fedele gruppo di un’ottantina di persone che amano ritrovarsi per gustare le intelligenti proposte del M° Baldi. È vero che nel tempo la stagione del Circolo ha conosciuto varie trasformazioni e metamorfosi: oggi si è assestata sulla proposta di cinque appuntamenti all’Oratorio di San Rocco entro il 2014 e di alcuni eventi musicali di più piccola portata che si tengono nella Sala Andrea e Rossano Baldi a Rastignano, oltre alle regolari attività didattiche e di perfezionamento nel corso dell’anno, nonché all’organizzazione del Concorso Pianistico Internazionale “Andrea Baldi”, che nel giugno scorso ha visto svolgersi la sua quarta edizione.

Ma veniamo al dettaglio dei cinque concerti in programma nella seconda metà del 2014: apre la rassegna l’11 ottobre la giovane pianista polacca Agnieszka Przemyk-Bryla, dal nome per noi quasi impronunciabile, vincitrice del secondo premio al Concorso Baldi del 2013: è quindi al suo debutto assoluto in recital sotto le Due Torri. Il pubblico del Circolo della Musica potrà così fare la conoscenza con un’autentica fuoriclasse della tastiera: durante il concorso dello scorso anno l’artista, tanto giovane quanto ricca di un sostanzioso curriculum che l’ha già vista esibirsi in numerosi sedi internazionali, si era particolarmente segnalata per le grandi doti tecniche e la forte personalità. Qualità essenziali per costruire una solida carriera, carriera che Agnieszka ha già saputo cavalcare con onore. Ricordiamo le sue affermazioni nei maggiori festival polacchi con grandi orchestre e le sue frequenti collaborazioni con importanti musicisti e strumentisti, primo fra tutti quel grande virtuoso del violino che risponde al nome di Mariusz Patyra, vincitore del prestigioso Concorso Paganini di Genova nel 2001. Agnieszka Przemyk-Bryla, che è stata allieva di Alicja Paleta-Bugaj e Krystyna Boruci?ska e che poi si è perfezionata con grandi maestri come Andrzej Jasinski, Jacques Rouvier, Sergio Perticaroli e Arie Vardi, nel 2000 ha vinto il premio al Concorso Nazionale Fryderyk Chopin Society di Varsavia. Ed è proprio con Chopin che si apre il suo programma, come è quasi ovvio per una musicista polacca. Ma Agnieszka è anche una riconosciuta interprete della musica di Sergej Rachmaninov, che suonerà nella seconda parte del concerto bolognese.

Il sabato successivo, 18 ottobre, sarà la volta di un’altra grande promessa del pianoforte internazionale, la russa Galina Chistiakova, vincitrice del Concorso Grieg di Oslo, laureata all’ultima edizione del Concorso Busoni di Bolzano e recente trionfatrice al Concorso “Roberta Gallinari” di Pieve di Cento. Nata a Mosca nel 1987 in una famiglia di musicisti, Galina Chistiakova è stata allieva di Helena Khoven, Anatoly Ryabov e Mikhail Voskresensky al Conservatorio “Tchaikovsky” di Mosca e attualmente studia all’Accademia Incontri col Maestro di Imola con Boris Petrushansky. Splendido il programma del suo concerto all’Oratorio di San Rocco: si inizia con le 15 Improvvisazioni di Francis Poulenc (opera di grande spessore e ironia), poi la celebre Valse di Ravel nella versione per pianoforte solo d’autore, virtuosistica e strappa applausi, poi i sei Moments Musicaux op.16 di Sergej Rachmaninov, infine i formidabili Trois Mouvements de Petroushka di Igor Stravinsky, uno dei brani più difficili dell’intero repertorio solistico, grande cavallo di battaglia di Maurizio Pollini: l’autore dedicò questa impervia trascrizione di tre brani del suo celebre balletto dedicandola ad Artur Rubinstein. Con Petroushka Galina Chistiakova darà saggio delle proprie capacità virtuosistiche, già apprezzate nei mesi scorsi attraverso alcune memorabili interpretazioni di Studi di Chopin e delle lisztiane Reminescenze dal Don Giovanni di Mozart.

Sabato 8 novembre 2014 sempre alle 21,15 nello splendido Salone dei Carracci dell’Oratorio di San Rocco il pubblico del Circolo della Musica potrà apprezzare nuovamente un duo pianistico di recente formazione: quello costituito dal pianista marchigiano Gino Brandi (84 primavere portate con la grazia di un ragazzo) e del bolognese Carlo Mazzoli, specialista di pianoforti antichi e del repertorio per fortepiano. I due maestri, entrambi docenti al Conservatorio G. B. Martini di Bologna, hanno deciso solo recentemente di suonare in duo, ma il risultato è stato eccezionale fin dal primo istante: nonostante la diversa età e formazione, sembra quasi che i due interpreti abbiano sempre suonato assieme, con un’intesa musicale che ha ben pochi precedenti. Lo si è capito molto bene da alcune recenti esibizioni in giro per l’Italia, e l’occasione di riascoltarli nella calda acustica del San Rocco sarà particolarmente ghiotta, anche per via dello splendido programma proposto, che apre con una delle pagine più suggestive di Franz Schubert, lo stupefacente Allegro in la minore “Lebensstürme” (Tempeste della vita) D. 947, prosegue con la rara Suite de Valses op. 93 di Marco Enrico Bossi (1861-1925), poi 6 Danze Ungheresi di Brahms, infine quel meraviglioso e prezioso capolavoro per pianoforte a quattro mani che è la Petite Suite di Claude Debussy.

Sabato 15 novembre sarà poi la volta di un concerto straordinario con l’Orchestra “I Musici dell’Accademia” diretta da Luigi Verdi, in omaggio al grande compositore Riz Ortolani scomparso il 23 gennaio scorso al’età di 87 anni, autore elegante e prolifico di meravigliose canzoni e colonne sonore di film e sceneggiati televisivi dai primi anni ’50 fino all’altro ieri, noto anche per il suo intramontabile legame con la celebre cantante Katyna Ranieri. Sarà una festa per le orecchie e una festa dei ricordi per le persone di una certa età riascoltare le sue più celebri pagine appositamente trascritte da Luigi Verdi per l’organico dell’orchestra da camera: nell’ordine si ascolteranno More del 1962, poi La cittadella (1964), Davide Copperfield (1965), La fiera della vanità (1967), La freccia nera (1968), E le stelle stanno a guardare (1971), Fratello sole, sorella luna (1972), Fantasma d’amore (1981), Una gita scolastica (1983). Nel corso della serata verrà inoltre eseguito uno speciale “Omaggio ad Andrea”, una nuova composizione di Luigi Verdi appositamente composta e basata sui Preludi di Andrea Baldi, il figlio del M° Sandro Baldi, tragicamente scomparso nel settembre 2008 al quale è dedicato il Concorso Pianistico organizzato dal Circolo della Musica. L’Orchestra da Camera “I Musici dell’Accademia” ha sede presso l’Accademia Filarmonica di Bologna, storica istituzione fondata nel 1666, e vede i suoi princìpi fondanti nella formazione di giovani strumentisti alla pratica d’orchestra e so­listica. I giovani sono affiancati da professori emeriti dell'Orchestra del Teatro Comunale e del Conservatorio di Bologna. I Musici dell’Accademia portano avanti progetti radicati nel territorio e per il territorio, collaborando con varie istituzioni.

Quinto e ultimo appuntamento per i Concerti del Circolo della Musica sabato 29 novembre con l’arrivo di un ottimo complesso cameristico italiano, il Quartetto Athenaeum, formato da Elio Orio (violino), Manuela Matis (viola), Laura Manca (violoncello) e Maria Grazia Petrali (pianoforte). In programma due capolavori assoluti per il classico organico di pianoforte e archi: il Quartetto in mi bemolle maggiore op. 16 di Ludwig van Beethoven e il Quartetto in do minore op. 60 di Johannes Brahms. Uniti dalla comune passione per la musica da camera, il violinista Elio Orio, la violista Manuela Matis, la violoncellista Laura Manca e la pianista Maria Grazia Petrali hanno costituito nel 1993 il Quartetto Athenaeum, che si è subito distinto ottenendo premi in concorsi nazionali e internazionali, ed è stato segnalato sulla pubblicazione «Podium» del CIDIM, dedicata ai vincitori di concorso. Decisivo il contatto con Pier Narciso Masi all’Accademia di Imola e Mihai Dancila, oltre ai corsi con Bruno Giuranna, Paul Badura-Skoda, Alain Meunier, Boris Petrushansky e Felix Ayo, che ha assegnato al Quartetto il Diploma d’Onore. L’attività concertistica lo ha portato a suonare per alcune delle più importanti Associazioni (Amici della Musica di Perugia, Amici della Musica di Campobasso, Accademia Filarmonica di Bologna, etc.) in prestigiose sale concertistiche e sedi storiche. Ha inciso il Quartetto op. 87 di A. Dvorak e il Quartetto op. 13 di R. Strauss.

L’ingresso ai singoli concerti è di 10 euro per i soci Endas; 2 euro in più sono richiesti per i non soci (per l’acquisto della tessera Endas). Chi si associa al Circolo della Musica avrà diritto all’entrata gratuita con posto riservato a 10 concerti a propria scelta tra quelli organizzati dal Circolo fino a novembre 2014 (costo di 75 euro per i soci Endas e soci del Circolo, 80 per i non soci) e a un cd o un dvd in omaggio.


Download allegati

programma


Condividi questo evento: