AGRUMI

Quando e dove
  • Da Sabato 1 a Domenica 9 Aprile 2017
  • 12:30
  • Milano (MI) - Viale Byron - Palazzina Appiani
Riferimenti e contatti

Sabato 1 e domenica 2 aprile 2017 Palazzina Appiani, viale Byron, presso Arena Civica, Parco Sempione, Milano, torna: AgruMi la Grande Fiera degli Agrumi.

Cantati dai poeti ed esaltati dall’arte, prediletti dagli chef e dai creatori di essenze, dissetanti ed energetici, ricchi di proprietà nutritive, gli agrumi hanno da sempre un posto d’onore sulle tavole degli italiani, emblema delle nostre campagne assolate e della tradizione agricola mediterranea.

Per celebrare questi affascinanti frutti, torna sabato 1 - dalle ore 12 alle 22 - e domenica 2 aprile 2017 - dalle ore 10 alle 18 - la sesta edizione di “AgruMi”, organizzata dal FAI - Fondo Ambiente Italiano negli spazi della Palazzina Appiani, originaria tribuna reale affacciata sull’Arena voluta da Napoleone nel 1806, bene affidato alla Fondazione dal Comune di Milano dal 2014: un viaggio tra storie, segreti e sapori degli agrumi, alla scoperta delle tante varietà, delle tradizioni, delle culture e dei paesaggi che ciascun frutto evoca, fino alle caratteristiche nutrizionali e terapeutiche, agli usi in cucina e molto altro.

Rispetto alle passate edizioni quest’anno la manifestazione si arricchisce, tanto da divenire “Grande Fiera degli Agrumi”. Al centro dell’evento, per entrambi i giorni - sabato fino alle ore 19 - una mostra e mercato con espositori di piante e frutti siciliani e campani, mieli, oli agrumati, bibite, liquori, dolci e marmellate: tutto a base di agrumi!

Per consentire al pubblico di conoscere i frutti ancora prima di comprarli e apprezzarne così appieno il valore e le caratteristiche botaniche, oltre che il sapore, le tante varietà provenienti da ogni parte d’Italia saranno esposte in una grande tavola pomologica, a cura del vivaista Davide Chiaravalli, che per l’occasione porterà in loco la sua intera collezione di piante d’agrumi - straordinaria per numero e varietà di esemplari - raccolta e selezionata nel tempo.

Una “due giorni” - realizzata con la consulenza scientifica di Giuseppe Barbera, docente di Colture Arboree all’Università di Palermo - che non mancherà di illustrare storie e attualità dell’agrumicoltura in Italia, a partire da paesaggi e produzioni di agrumi curati e gestiti dal FAI: in Sicilia, nel Giardino della Kolymbethra (Valle dei Templi, Agrigento) e nel micro Giardino Pantesco di Pantelleria, e in Campania, nella Baia di Ieranto a Massa Lubrense (Napoli). Inoltre è previsto un fitto programma di incontri di approfondimento che toccheranno vari temi - dalla storia all’arte, dal cinema alla cucina - e che culminerà, domenica 2 aprile alle ore 16 - con una conferenza dell’artista siciliano Emilio Isgrò, autore dell’opera Il Seme dell’Altissimo, una scultura in marmo delle Alpi Apuane che rappresenta un seme d’arancia ingrandito 1.500.000.000 di volte, alto 7 metri, simbolo della Sicilia e del Mediterraneo. L’opera è stata donata dall’artista al Comune di Milano e sarà allestita a breve nei giardini della Triennale, dopo essere stata esposta al pubblico in occasione di Expo; l’artista ne racconterà la creazione, i significati e le suggestioni, soffermandosi sulla sua memoria della terra siciliana e sull’inedito legame tra arte e produzione agroalimentare.

L’esplorazione del mondo degli agrumi proseguirà anche attraverso un ricco e fitto programma di piccoli eventi, tutti a tema: degustazioni guidate di sapori ed essenze, proiezioni di documentari storici e film, lezioni di cucina, e poi aperitivi, brunch e colazioni, da godere sulle gradinate che si estendono fino all’Arena Civica, dove per i bambini saranno organizzati laboratori didattici e giochi all’aria aperta.

Tra le iniziative più interessanti in programma nei due giorni, segnaliamo:

Sabato 1 aprile: alle ore 12.30 laboratorio di cucina di dolci e torte a base di agrumi a cura di Pasticceria Galdina; alle ore 14 - con replica alle ore 18 - degustazione guidata di sapori ed essenze di agrumi a cura di Rudolf Von Freyberg; alle ore 14.30 - con replica alle ore 18.30 - percorso olfattivo sensoriale (solo su prenotazione scrivendo all’indirizzo fainecchi@fondoambiente.it) a cura di Francesca Giuffrida; alle ore 16 approfondimento sugli agrumi nella storia a cura di Giuseppe Barbera; alle ore 15 lo chef Matteo Pisciotta (Ristorante Luce di Varese) parlerà di agrumi in cucina; dalle ore 18.30 alle 20 sarà invece proposto un aperitivo in loggia con cocktail (a pagamento) durante il quale si potranno gustare le creazioni a base di agrumi del Bar Manager del Cafè Trussardi Tommaso Cecca e saranno mostrati speciali filmati di repertorio messi a disposizione dagli Archivi dell’Istituto Luce; infine alle ore 20 proiezione del film Il giardino dei limoni, del regista israeliano Eran Riklis (2008), vincitore di importanti premi europei.

Domenica 2 aprile: alle ore 10.30 - con replica alle ore 14.30 - percorso olfattivo sensoriale (solo su prenotazione scrivendo a fainecchi@fondoambiente.it) a cura di Francesca Giuffrida; alle ore 12 conferenza sull’agrumicoltura sorrentina a cura di Antonino De Angelis, Presidente Centro Studi e Ricerche F.M Crawford, e Mariano Valentino Vinaccia, Presidente Cooperativa Solagri; dopo il tipico brunch domenicale nel Bistrot della Palazzina (solo su prenotazione scrivendo a bistrotappiani@memevents.it), alle ore 14 sarà possibile partecipare a un laboratorio di cucina, a cura di Francesca Stella, per scoprire i segreti per la perfetta marmellata di arance; alle ore 15 approfondimento sugli agrumi nell’arte affidato alla giornalista e storica dell’arte Francesca Bonazzoli e alle ore 16 l’appuntamento sarà con l’artista Emilio Isgrò che parlerà della sua opera Il Seme dell’Altissimo.

Durante la manifestazione i volontari del FAI accompagneranno i visitatori alla scoperta della Palazzina Appiani e racconteranno la sua storia e quella dell’Arena e del Parco Sempione, zone molte familiari ai cittadini ma poco note come monumenti di riferimento nel contesto cittadino.

Orario di apertura al pubblico: Sabato 1, dalle ore 12 alle 22 (mostra e mercato fino alle ore 19), e domenica 2 aprile 2017, dalle ore 10 alle 18 (ultimo ingresso ore 17.30).

Biglietti di ingresso: Intero: 6.50 €; Ridotto (bambini 4-14 anni) e Iscritti FAI: 4 €


Download allegati

Nessun allegato disponibile per l'evento


Condividi questo evento: